mercoledì 13 maggio 2015

Ti presento un amico :Amelie's


In una delle mie innumerevoli ricerche di immagini sul web alla ricerca di spunti, mi sono imbattuta nel bellissimo servizio fotografico  "le cirque de Amèlie " , curato da
https://www.facebook.com/fotografiedilelaporta e ho voluto subito scoprire cosa c'era dietro quelle immagini incantevoli.


Così ho conosciuto Diletta Castagna , una ragazza veronese di 28 anni e la meravigliosa piccola  Amèlie , musa ispiratrice del  marchio di abbigliamento Amèlie 's.
Diletta studia moda per 8 anni tra Verona e Milano, si laurea allo IED e parte per Londra, dove trova nuove idee per lo sviluppo dei suoi progetti ; di lì' a poco nasce la sua bimba, che ora ha due anni.
"Tutto è nato da un'esigenza, cercavo un cappellino nero da abbinare ad un vestitino di mia figlia, ma in giro nei negozi il nero non si trovava e ciò che il mercato mi proponeva non mi soddisfava, così ho deciso che con quello che avevo in casa al momento avrei provato a farle un cappellino nero!
Ho preso un leggins da gravidanza che avevo nell'armadio, ho tagliato un pezzo di gamba e.. due punti di qui, due punti di li e un bottone gioiello è nato un primo cappellino. Visto il risultato e il successo che ha avuto facendoglielo indossare, ho deciso di aprire la mia linea di abbigliamento e accessori per bambini. Ho iniziato a fare un'accurata ricerca di stoffe e materiali ed ho iniziato a dare sfogo alla mia fantasia ispirandomi alla mia piccola creatura e alle nostre esigenze."



E cosi tra pappe e pisolini di Amelie, nonni e bisnonna sempre pronti a dare una mano,ricerche di tessuti, cartamodelli , preventivi di spese e progetti per far crescere il marchio, nasce un atelier dove ogni bimbo può avere un vestitino creato appositamente per lui, un pezzo unico realizzato artigianalmente.

Io ci vedo un gusto eccezionale, l'amore per il proprio lavoro e un tocco di magia, di quella che solo i bimbi sanno regalare....
Date uno sguardo ad Amèlie 's sulla sua pagina Facebook https://www.facebook.com/AmeliesHandmadeinItaly

giovedì 7 maggio 2015

Melagra va a fare shopping....(o almeno ci prova)


È tornata dalla vacanza (se così la possiamo chiamare) , e dopo un giro di shopping è passata in Bottega...
Cosa c'è di meglio, direte voi....ma lei no, ha sempre da lamentarsi....




“Cara Melagra ben tonata!E come sei abbronzata!”
“Non sono abbronzata,ero in vacanza in miniera,non ti ricordi?Ti ho mandato anche una cartolina,quella con un masso gigante e con la scritta “Vorrei che tu fossi qui(sotto),ma evidentemente non hai colto il messaggio subliminale che ti volevo mandare.
“No cara,l’ho solo trovata tanto carina e l’ho appesa a casa!”
“Sei la solita.Io tornata dalla miniera mi sono accorta di aver rovinato tutti i miei vestiti e sono andata a fare shopping.Un incubo.Come fate?
Intanto non riuscirò mai ad abituarmi ai pantaloni.Mi sembra di infilare le gambe in due tubi.E ho la fobia che siano così rigidi da non riuscire a volare sulla scopa.E poi arrivano tutti alla caviglia.
E poi,non so se hai notato,ma cosa vuoi saperne tu,sempre chiusa in bottega a prendere la muffa,vanno di moda i vestiti monacali.
Con i colletti di pizzo e trina.Il prossimo anno anno andranno di moda le gorgere e girerete con i colli inamidati come Elisabetta I,solo perché è la moda.
E gli scamiciati da collegiale.Ma tu dimmi una cosa:io con la mia prorompente femminilità,con questi baffi e basette da urlo,posso andare in giro vestita da suora?L’effetto sarebbe quello della piccola fiammiferaia.
E poi sono entrata in un negozio e la commessa voleva propinarmi un giubbotto di piume a mezze maniche.Le ho chiesto:
“Ma a cosa serve,se ho freddo alle mani come faccio?”
E sai come mi ha riposta?
“Vanno di moda”
Vanno di moda?ma che risposta è?Allora se domani decido che va di moda attaccarsi una coda di volpe in fronte tutti giriamo travestiti da cacciatori?
“ma non capisci-dice la strega bottegaia-la moda è fatta da gente che studia tutta la vita per capire le tendenze!
“Tendenze una scopa rotta!E vogliamo parlare delle scarpe da tennis con gli abiti da sera?Tu perché sei una strega smemorata,ma mi ricordo chiaramente che al ballo a Versailles del 1765 gli abiti da sera si portavano con i tacchi,anche perché nessuno aveva le scarpe da tennis,anche perché il tennis non era mai stato inventato!
Io ho voglia di vestirmi come si deve,con vestiti che abbiano un utilità pratica,non a strisce,perché lo sai tu,anche se stai chiusa qua tutto il giorno a contare farfalle,che vanno di moda anche le righe?Come le divise dei carcerati!Però in negozio ti avvertono:se hai la pancia prominente o i fianchi larghi non le puoi portare,perché ti ingrossano.
Allora perché li vendono,mi chiedo io?
Perché va di moda,la solita risposta.
Non ne posso più,me ne torno a casa mia,dove i vestiti servono per coprirsi e non per mascherarsi.
Ah,prima di andare offrimi un caffè,posso usare questa caffettiera?”
“Ehmmm…Melagra,è finta,è un soprammobile non si puo’usare perchè…”
“Nooo anche qua da te?Almeno prestami un bottone che mi si è scucito il mantello…
“Non  posso cara,li uso per decorare i miei quadri e…”
“…e cosa?Non si abbinano alle mie corde vocali?AAAHHH basta me ne vado,non è possibile bla bla …”


mercoledì 6 maggio 2015

un regalo originale per l'anniversario di matrimonio...





Dieci anni fa una sposa con l'abito color pesca e un giovane elegante  ed emozionato si scambiano le promesse d'amore....oggi un'allegra famiglia con due belle bimbe, un cane e un gatto...

Mariapaola gironzola spesso in Bottega , e ci tiene a fare ai suoi amici un regalo personalizzato ed originale ai suoi amici che festeggiano il decimo anniversario di matrimonio, e allora cerchiamo un po' di foto , qualche buffa immagine di sposini ed ecco pronto il disegno...


Scegliamo insieme le dimensioni della tela, i colori da abbinare al contesto in cui verrà appeso il quadro ed ecco il risultato finale (regalo molto gradito)